• A1
  • A2
  • A3
  • A4
  • A5
  • A6
  • A7
  • A8
  • A9
  • B1
  • B2
  • B3
  • b4
  • B5
  • B6
  • B7
  • B8
  • B9
  • bg21
  • bg23
  • C1
  • C3
  • C8
  • C9
  • E1
  • E2
  • E3
  • E4
  • F4
  • G
  • G11
  • g2
  • G4
  • G9
  • gallery 02
  • gallery 07
  • gallery 12
  • gallery 13
  • gallery 14
  • gallery 16
  • gallery 20
  • gallery 22
  • gallery 25
  • gallery 26
  • H

Il crinale Sant'Jeiunio

Il primo tratto del sentiero si snoda su un semplice anello all’interno dei piani dell’area forestale di Ropolà e Monte Pecoraro, con ampia vista sulla vallata del Fiume San Paolo, sui crinali di Antonimina e sul piccolo borgo di San Nicola. Numerose le soste per ammirare il paesaggio lungo il percorso e non solo; in particolare da segnalare la sosta alla grotta naturale che è stata luogo di ritiro e di preghiera del Santo che dà il nome al Monte, vissuto intorno all’anno 1000 D.C., ed ancora oggi utilizzata saltuariamente come luogo di culto; incantevole poi, il panorama che si può godere dalla cima del Monte S. Jeiunio (647), sia verso la costa che verso l’Aspromonte. Dopo aver aggirato monte S. Jeiunio ci immettiamo su un vecchio sentiero che ci porta al punto di partenza.

Leggi tutto...

Il crinale da Torre

E’ un lungo itinerario di collegamento dal mare alla montagna che consente di vedere come si sono modificati gli ambienti nel tempo e di analizzare il ruolo svolto dalle attività umane nei cambiamenti osservati. Si tratta di uno degli itinerari più affascinanti del promontorio, molto panoramico sul mare e sulla costa nel primo tratto e ricco di motivi di interesse sia dal punto di vista geografico sia da quello storico. Il percorso infatti intercetta un tratto della via Popilia, l’antica via romana costruita nell’anno 132 a.c. che staccandosi dalla via Appia a Capuaconduceva attraverso la Lucania e il Bruzio fino a Reggio. L’ascesa apre sempre di più la vista sull’intera costa viola: a nord le falesie a strapiombo sul mare di Bagnara e Seminara fino al monte S.Elia; a ovest le isole eolie, apparentemente vicine; a sud il castello di Scilla con l’imboccatura dello stretto.

Leggi tutto...

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.