• A1
  • A2
  • A3
  • A4
  • A5
  • A6
  • A7
  • A8
  • A9
  • B1
  • B3
  • B4
  • B5
  • B6
  • B7
  • B8
  • B9
  • C1
  • C2
  • C3
  • C4
  • C5
  • C6
  • C7
  • C8
  • C9
  • D1
  • D2
  • D3
  • D4
  • D5
  • D7
  • D8
  • D9
  • E1
  • E2
  • E3
  • E4
  • E5
  • E6
  • E7
  • E8
  • E9
  • F1
  • F2

Periplo del lago Menta

La III edizione della Festa dell’Amicizia è stata inserita nel Programma “IN CAMMINO NEL PARCO” promosso dall’Ente Parco Nazionale Aspromonte. Le Associazioni che operano nel settore escursionistico si riuniranno attorno al Lago del Menta per rafforzare la loro amicizia in uno spirito amichevole di condivisione e di consapevolezza.

header esc

21 Luglio 2019

DAL PROGRAMMA ESCURSIONI 2019

"PERIPLO DEL LAGO MENTA"

III GIORNATA DELL'AMICIZIA

Partecipano: Club Alpino Italiano, Gente in Aspromonte, Gruppo Escursionisti Aspromonte, Amici di Montalto, Guide Ufficiali del Parco

 

Comuni interessati: Roccaforte del Greco

Tipologia difficoltà: T (Turistica)

Dislivello: circa 30 mt, prevalentemente pianeggiante

Quota: 1435 mt slm

Lunghezza percorso: 9 Km circa

Tempi di Percorrenza: circa 3,5/4 ore escluse le soste

Acqua: Partire forniticon circa 2 litri

Equipaggiamento obbligatorio: Scarponcini da trekking, bastoncini da trekking, zaino con coprizaino, borraccia, abbigliamento a strati, mantella o k-way antivento e traspirante, crema solare, cappellino,biscotti energetici, frutta, pranzo a sacco.

COSA BISOGNA SAPERE

Siamo sotto le vette più alte del nostro Aspromonte con un facile e breve anello,adatto veramente a tutti e che si sviluppa sulla strada di servizio della Diga del Menta per circa 9 km. L'itinerario proposto è uno dei più affascinanti e panoramici del programma delle escursioni, poiché segue quasi per intero bellissimi crinali che si affacciano sulla Diga del Menta e il sentiero si sviluppa attraverso boschi verdissimi caratterizzati dalla presenza di numerosi esemplari di faggio ed offre l'occasione unica per qualche piacevole incontro con la ricca fauna dei boschi. La diga è un’imponente opera idraulica avviata molti anni addietro che dovrebbe aver risolto l’annoso problema dell’approvvigionamento idrico per i 250.000 abitanti della città di Reggio Calabria; ricade nel comune di Roccaforte del Greco e per la sua realizzazione sono stati disboscati 127 ettari di terreno. (fonte Gente in Aspromonte). 


DESCRIZIONE SENTIERO

menta 1Giunti ai fabbricati ospitanti il personale di controllo della importantissima struttura idraulica, procediamo sul tratto di strada asfaltata presente sul coronamento del corpo diga. Il colpo d’occhio è notevole sia a monte che a valle della diga e merita qualche attimo di particolare attenzione. Attraversato il corpo diga giungiamo sull’altra sponda dell’invaso, quella sinistra, denominata “La Placa-Cavaliere”. Il percorso si snoda nuovamente sulla pista circumlacuale senza alti e bassi degni di attenzione, essa procede tortuosamente verso la “coda” dell’invaso ovvero il punto in cui il torrente affluente perde la sua individualità per diventare lo specchio d’acqua ormai noto a tutti come “Lago del Menta”.  Da evidenziare la mutevolezza della forma e dimensione dello specchio d’acqua osservabile lungo il percorso. A volte sembra persino di trovarsi sulle sponde di in un laghetto alpino. Il percorso procede seguendo la tortuosità determinata dalla linea in cui il naturale pendio montano incontra lo specchio d’acqua. Man mano che si procede verso la coda dell’invaso, si sale leggermente di quota. Dopo circa 4 Kmdi cammino dall’inizio del corpo diga, si giunge nel luogo in cui è ancora riconoscibile il principale torrente affluente: il Menta. E’opportuno però sapere che il tratto terminale del torrente è il frutto della congiunzione,che avviene a circa 100 metri a monte dell’attraversamento, di due separati corsi d’acqua che sono il “Torrente Menta” e il “Torrente La Placa”.menta 2

L’attraversamento avviene su di un rilevato sulla cui sommità è stata ricavata la sede stradale che permette la continuità circumlacuale.

Superato detto attraversamento,cominciamo a percorrere il tratto di pista ricadente nella contrada “Cacciadiavoli” che ci porterà al punto di partenza. Vale la pena di sottolineare che adesso l’invaso è osservato da monte a valle e che a tratti, è possibile intravedere sullo sfondo, i fabbricati di servizio alla diga. Lo spettacolo che si presenta all’osservatore ad ogni curva, da ogni punto di osservazione, è semplicemente mozzafiato, bello è meravigliarsi degli scorci e del meraviglioso paesaggio alpestre che si specchia sulle acque limpide del Lago.

COME ARRIVARE: da Gambarie (loc. Fragolara) seguire l’indicazione per Montalto. Dopocirca 4 Km si arriva al bivio Montalto-Diga del Menta (località Tre Limiti),voltare a destra e seguire le indicazioni per la Diga per circaaltri 7 km.

PROGRAMMA

  • ore 09:45 raduno ingresso Diga del Menta
  • ore 10:15 inizio escursione
  • ore 13:30 circa, pranzo a sacco (a carico dei partecipanti)
  • ore 15:30 circa, fine escursione (orientativa)

I soci possono procedere all'iscrizione all'escursione come di consueto, utilizzando il link presente sul lato sinistro della pagina disponibile fino alla mezzanotte di venerdì 19 luglio.

Gli ospiti che desiderano partecipare e che non sono soci di nessuna delle associazioni partecipanti, potranno prenotarsi comunicando i propri dati personali (nome, cognome, recapito telefonico e, ai soli fini assicurativi, codice fiscale) tramite e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattando l'associazione ai numeri 3488134091 (Presidente) o 3924001142 (Vicepresidente) entro le ore 19 di venerdì 19 luglio. Inoltre, è previsto il versamento di un contributo individuale di €10 per  copertura assicurativa.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.