• A1
  • A2
  • A3
  • A4
  • A5
  • A6
  • A7
  • A8
  • A9
  • B1
  • B2
  • B3
  • b4
  • B5
  • B6
  • B7
  • B8
  • B9
  • bg21
  • bg23
  • C1
  • C3
  • C8
  • C9
  • E1
  • E2
  • E3
  • E4
  • F4
  • G
  • G11
  • g2
  • G4
  • G9
  • gallery 02
  • gallery 07
  • gallery 12
  • gallery 13
  • gallery 14
  • gallery 16
  • gallery 20
  • gallery 22
  • gallery 25
  • gallery 26
  • H

Il Crinale di Monte Palazzo

Un suggestivo itinerario ad anello che ci permetterà di gustare lo splendore di questo angolo Aspromontano nel piccolo borgo dei pastori di Piminoro. Una bellissima escursione sul crinale di Monte Palazzo, dove sono stati rinvenuti i resti di un fortino di età bruzia, che si stima possa trattarsi di struttura posta a controllo di uno dei luoghi più strategici della via istmica tirreno-ionio. Potremo godere di panorami mozzafiato a 360°, arricchiti da magnifici boschi misti caratterizzati da bellissimi esemplari di faggio, che in autunno si colorano di un rosso intenso molto suggestivo. Un'occasione unica anche per qualche piacevole incontro con la ricca fauna dei boschi, dai piccoli passeriformi posati sui rami, alla veloce corsa dello scoiattolo, al raro apparire della salamandra tra le foglie o al maestoso volo della poiana.

header esc

7 Ottobre 2018

DAL PROGRAMMA ESCURSIONI 2018

"IL PETTINE DELL'ASPROMONTE"

Il Crinale di Monte Palazzo

ITINERARIO NATURALISTICO - PANORAMICO - STORICO AD ANELLO

RADUNO: ore 09.30 presso il Belvedere Serro della Guardia

Come arrivare: per coloro che provengono dalla Jonica, superato il Crocefisso di Zervò, procedere il direzione Oppido per circa 3,5 Km; per chi proviene da Reggio, Superato il centro di Oppido Mamertina, prendere la SP2 (indicazioni per SS112/Platì) e procedere per circa 4 Km.

PARTENZA ESCURSIONE: ore 9.45

DIFFICOLTA': E - Escursionistico  -  TEMPO: Ore 5.30

DISLIVELLO: 300 mt s.l.m. - 620 mt s.l.m.

COMUNI INTERESSATI: Oppido Mamertina         LOCALITA': Piminoro

SI RACCOMANDA LA MASSIMA PRECISIONE E TEMPESTIVITA' NELLE ISCRIZIONI PER CONSENTIRE AGLI ORGANIZZATORI DI EFFETTUARE LE PRENOTAZIONI DEL PANE JERMANO (vedi sotto)

L'iscrizione alle escursioni tramite il link presente in questa pagina è riservata esclusivamente ai soci e deve essere effettuata entro le ore 24 del venerdì antecedente. I simpatizzanti e coloro che ancora non sono iscritti all'associazione (ospiti) non possono partecipare alle escursioni di tipologia E.E. (Escursionisti esperti). Per tutte le altre tipologia di escursioni si deve esibire la dichiarazione liberatoria. Per ogni ulteriore informazione, si prega di contattare il Direttivo oppure inviare una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

COSA BISOGNA SAPERE

Gente in Aspromonte ha organizzato un momento di convivialità per gustare, nella pausa pranzo, la profumatissima pagnotta di grano Jermano, condita con olio, origano e peperoncino, e accompagnata da buon vino novello a volontà.

E' previsto pertanto un contributo di euro 5,00 a persona per tutti i partecipanti all'escursione, e alla fine dell’escursione verrà anche consegnato una pagnottina di pane da portar via.


 DESCRIZIONE SENTIERO

Partenza dal belvedere Serro della Guardia, si sale verso piano dell’abete, dopo aver superato “u Scalone di Panipezzolo” ci immettiamo sulla sterrata della vecchia strada di Pompeo Basso che collegava Oppido.

Da qui si prosegue lungo il sentiero che costeggia tutto il costone Lincusiti con ampia veduta panoramica su tutta la piana di Gioia Tauro. Si prosegue lungo un viottolo scavato nella roccia, che in pochi minuti siamo al vallone Lincusiti, superato il vallone tra faggi e abeti, si arriva ai piani di Palazzo ancora pochi minuti siamo a Monte Palazzo.

Qui ancora si possono vedere le mura in pietra di un vecchio fortino. Piccola sosta per ammirare e fotografare le sue forme. In Contrada Palazzo, nel cuore dell’Aspromonte, a 1040 metri s.l.m., sono stati rinvenuti i resti di possenti mura di una piccola fortificazione di IV sec. a.C. Si tratta di un anello di congiunzione tra i due percorsi che rispettivamente da Oppido “Vecchia” e da Oppido Mamertina salgono ai piani di Zivernà, da dove si può raggiungere lo spartiacque Jonio-Tirreno e poi proseguire verso il litorale ionico. La struttura fortificata, a pianta quadrangolare con avancorpo, serviva per accogliere una piccola guarnigione in pianta stabile; riconducibile ad ambito culturale italico, fu in uso fino al III sec. a.C.

Si lascia piani di Palazzo e si prosegue su un viottolo in discesa, lungo il costone chiamato Pezzolo, dopo venti minuti siamo sulla SS112 in prossimità della galleria Giuliano, si scende sul torrente si passa la cascata Marinella e ci immettiamo su una vecchia mastra o condotta, si costeggia il costone Nudo dove bisogna fare molto attenzione per il terreno sdrucciolevole, si attraversa diverse volte la mastra, con belle vedute su gli uliveti della Piana.

Si segue la mastra coperta da una fitta vegetazione di leccio, dopo circa un’ora di cammino siamo al borgo di Piminoro paese di contadini e di massari, si sale verso piazza Rocco Mammone, si prosegue sulla strada asfaltata per circa 1 km e siamo al Serro della Guardia punto di partenza.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.