• A1
  • A2
  • A3
  • A4
  • A5
  • A6
  • A7
  • A8
  • A9
  • B1
  • B2
  • B3
  • b4
  • B5
  • B6
  • B7
  • B8
  • B9
  • bg21
  • bg23
  • C1
  • C3
  • C8
  • C9
  • E1
  • E2
  • E3
  • E4
  • F4
  • G
  • G11
  • g2
  • G4
  • G9
  • gallery 02
  • gallery 07
  • gallery 12
  • gallery 13
  • gallery 14
  • gallery 16
  • gallery 20
  • gallery 22
  • gallery 25
  • gallery 26
  • H

I Crinali di Monte Scorda

Il Crinale di Monte Scorda si snoda tra splendidi boschi di faggio e abete bianco, con presenze di agrifoglio e acero. L’attraversamento della fitta vegetazione, farà assaporare la bellezza dei colori di una natura incontaminata armonizzata dal rigoglio dei vari ruscelli che incontreremo nel nostro percorso. Un giro ad anello sulle cime consente di raggiungere Monte Scorda, da dove si domina sia il versante Jonico che Tirrenico dell’Aspromonte. Percorso ombreggiato e ricco di sorprese per una camminata nel verde che permette di ammirare il panorama dai crinali verso i pianori di Zervò e i piani d’Aspromonte. Gli amanti dei grandi spazi e dei panorami a 360° troveranno cosa apprezzare dato che l’escursione si svolge in parte sulla cresta dell'Appennino calabrese nel tratto compreso fra M. Scorda e M. Misafumera. Una lezione di geografia a cielo aperto dal momento che, in alcuni punti del percorso, si potranno osservare, contemporaneamente, i due versanti, ionico e tirrenico oltre alla linea dello spartiacque che rappresenta anche il confine di due ben distinte zone climatiche in cui gli elementi terra ed aria regnano sovrani.

Leggi tutto...

Il Crinale di Monte Lirdo

Una bella escursione ad anello attraverso uno storico tracciato di crinale, anticamente percorso dalle carovane, che collega la montagna alla marina, sino ad arrivare ai piani di Cucullaro nel cuore dell’Aspromonte. Santo Stefano è il più alto comune della vallata del Gallico ed è sede dell'Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte; il borgo si sviluppa in altezza dai 700 metri a oltre 800 metri e il suo territorio presenta interessanti emergenze naturalistiche e ambientali, che ne hanno determinato la vocazione turistica di questi luoghi. Unici sono i panorami di cui si può godere da Monte Scirocco e pittoreschi sono i ruscelli che arricchiscono il territorio.

Leggi tutto...

La Giornata dell'Amicizia

Riportiamo la nota di presentazione del CAI che, insieme al GEA, ha provveduto all'intera organizzazione della seconda edizione di questo attesissimo evento.

La Giornata dell'Amicizia, quest'anno alla 2° Edizione, è un'iniziativa partita da un'idea scaturita in occasione della presentazione del Programma Escursionistico 2017 dell'Associazione Gente in Aspromonte alla quale erano presenti i rappresentanti delle tre associazioni escursionistiche GEA-Gruppo Escursionisti d'Aspromonte, GiA-Gente in Aspromonte e CAI-Club Alpino Italiano Sez.Aspromonte.

L'intento è quello di camminare insieme, in uno spirito di collaborazione, di condivisione e di confronto nell'ottica di migliorare sempre più i rapporti tra gli escursionisti delle tre associazioni e di individuare e cercare di risolvere le problematiche del nostro territorio in particolare quelle attinenti all'escursionismo e in generale quelle ambientali e naturali.

Lo scorso anno fu Gente in Aspromonte ad organizzare e portarci tutti, oltre 140 soci, nella zona di Serro Cropanelli (comuni di Careri e San Luca), quest'anno GEA e CAI organizzano ed accompagnano sulle colline sopra Cannitello-Villa San Giovanni per godere degli stupendi panorami sullo Stretto toccando i Forti umbertini di Matiniti Superiore denominato Siacci e di Poggio Pignatelli. Il percorso sarà ad 'anello' con partenza e arrivo sul lungomare di Cannitello.

(Per i soci del CAI: Giovedì 20 settembre dalle ore 21.00, presso la sede sociale della sezione Aspromonte, saranno fornite ai soci tutte le informazioni e si effettueranno le iscrizioni dei partecipanti. Vista la caratteristica della giornata, e cioè la presenza delle tre associazioni escursionistiche 'storiche' della provincia di Reggio Calabria, si invitano quanti possono a partecipare attivamente e con entusiasmo all'iniziativa.)

Leggi tutto...

I crinali di Cavallo

Palizzi è un bellissimo e caratteristico comune, nell'estremo meridione d'Italia, il cui territorio si dipana sulle pendici meridionali dell'Aspromonte, fino a lambire le acque dello Jonio. La sua frazione Palizzi Superiore  (300 ab.) è sede del Castello che si eleva su un mastodontico costone roccioso a 300 m s.l.m. con pareti a picco, in posizione dominante rispetto al centro abitato. Costruito presumibilmente tra il XIII e il XIV secolo, è considerato un baluardo difensivo atto a sfuggire alle incursioni dei nemici nei secoli della pirateria turchesca. Il castello è stato dichiarato Monumento Nazionale dal Ministero dei Beni Culturali e oggi risulta in fase di restauro. Il bellissimo crinale Cavallo, incastrato tra la fiumara di San Pasquale e la fiumara di Palizzi, si raggiunge oltrepassando il cimitero e proseguendo sempre su comoda stradella che, man mano che sale, presenta straordinari panorami che fanno da giusta cornice alle splendide valli di questo territorio.

Leggi tutto...

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.