• A1
  • A2
  • A3
  • A4
  • A5
  • A6
  • A7
  • A9
  • B1
  • B2
  • B3
  • b4
  • B5
  • B6
  • B7
  • B8
  • B9
  • bg12
  • bg21
  • bg23
  • C1
  • C1
  • C8
  • C9
  • E1
  • E2
  • E3
  • E4
  • F4
  • G
  • g2
  • gallery 02
  • gallery 07
  • gallery 11
  • gallery 12
  • gallery 13
  • gallery 14
  • gallery 15
  • gallery 16
  • gallery 20
  • gallery 22
  • gallery 25
  • gallery 26
  • gallery 27
  • H

Aria, acqua, terra, fuoco

4elementi

Aria, acqua, terra e fuoco sono gli elementi da cui trae origine ogni costituente della materia. Tale assunto sta alla base della teoria dei quattro elementi naturali, maturata intorno al VI secolo a.C. nella speculazione del mondo greco antico e che ha attraversato la storia del pensiero filosofico, sino alla nascita del metodo scientifico.

L'idea è ripresa nell'astrologia occidentale che raggruppa i segni zodiacali nei quattro elementi: segni di fuoco (Ariete, Leone, Sagittario), segni d'aria (Gemelli, Bilancia, Acquario), segni d'acqua (Cancro, Scorpione, Pesci) e segni di terra (Toro, Vergine, Capricorno). L'appartenenza di un segno ad un gruppo gli conferisce caratteristiche determinate, essendo diverse le energie che vengono attribuite ad ogni elemento.

Aria, acqua, terra e fuoco sono i segni che accompagneranno le escursioni di “Gente in Aspromonte” nel corso dell'anno 2017, costituendo una specie di filo d'oro che unirà le diverse uscite.tesseramento

L'aria, elemento apparentemente meno tangibile, è il flusso di ciò che respiriamo, senza la quale sarebbe impossibile vivere. Ci rammenta il vento che solleva la polvere, sferza la vegetazione e i nostri volti gagliardi, ma qualche volta stanchi, segnati dalla gioia e dai disagi dell'esistere.

L'acqua, fonte della vita, lungo il suo cammino tumultuoso dalla sorgente al torrente, dalla fiumara al mare e da esso all'atmosfera, pronta ad irrorare la terra e i viventi che vivranno per essa, segna le tappe del cammino, con la sua presenza discreta o vivace.

4 elementi 3

La terra, forte e generosa, profumata sotto l'acqua e talora polverosa quando riarsa dal sole, accoglie la vita nutrendola. Sostiene i nostri passi trasmettendovi il proprio respiro.

Il fuoco, elemento che riscalda, purifica e vivifica, con la sua energia è il momento unificante dei bivacchi, che scalda i cuori e le vivande, ma che incontrollato rischia di ridurre in cenere e fumo migliaia di ettari dei nostri boschi, provocando danni e seminando apprensione e sconforto.

Secondo la teoria dei quattro elementi naturali ogni sostanza esistente è costituita da una composizione di fuoco, aria, acqua, terra. Essi sono gli elementi essenziali anche dei paesaggi che si incontrano, segnando con la loro presenza, le diverse peculiarità. L'esperienza del camminare consente un approccio diverso rispetto al rapporto che normalmente si instaura con il territorio.

Camminare è una delle attività più comuni della nostra vita. Eppure lo stile della vita quotidiana attuale rischia di far dimenticare, o perdere, il senso acqua, terra fuoco 3di bellezza e di profondità di tale gesto, di cui si evita spesso il protrarsi, adducendo la mancanza di tempo.

Camminare è un'esperienza universale che valorizza il nostro essere umani, restituendo la dimensione del tempo, riproponendo l'occasione di guardarsi dentro. Camminare non è uno sport, mancando la competizione con gli altri. Aiuta la riappacificazione facendo recuperare il proprio tempo e i propri ritmi. Consente così di liberarsi, anche se solo temporaneamente, di altri pensieri che rischiano di opprimere la mente.

L'idea di mettersi a camminare spinge a valutare con essenzialità il fardello personale di cui caricarsi, l'abbigliamento, le cibarie, spingendo inevitabilmente all'essenzialità. Visto dall'esterno, in un momento storico in cui si assiste all' ipertrofismo e alla rapidità dei mezzi di trasporto, potrebbe sembrare come un'assurdità. Non deve essere vissuto come se fosse una privazione delle comodità del mondo contemporaneo, ma un temporaneo allontanamento volto a ripensare il senso di libertà.

Libertà di scegliere l'essenziale e di saper rinunciare al superfluo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.