• Cosa mettiamo nello zaino: (a seconda della stagione e le modalità dell'escursione): berretto di lana o pile, guanti, maglione supplementare, giacca a vento, mantellina, stringhe di ricambio, occhiali da sole, fazzoletti, borraccia, colazione a sacco, sacchetto per rifiuti, cassetta pronto soccorso, coltello.
  • Cosa lasciare nell'automezzo: Un ricambio completo di vestiario e scarpe.
  • Come vestirsi: Vestirsi a strati in modo da poter togliere o indossare i vari indumenti a seconda delle condizioni climatiche ricordando che il corpo deve traspirare e che lo strato superficiale deve poter proteggere dal vento e dalla pioggia.
  • Buone prassi: Durante le escursioni i partecipanti devono attenersi alle disposizioni degli organizzatori, non prendere iniziative personali, comunicare ogni difficoltà ad un membro del consiglio direttivo o alla guida, e collaborare alla buona riuscita dell’uscita. Il direttore dell’uscita cura l'esecuzione dell'escursione, ha facoltà di modificare il programma per sopravvenute necessità, e segnalare al consiglio direttivo eventuali comportamenti scorretti

header esc

Domenica 20 Gennaio 2019

DAL PROGRAMMA ESCURSIONI 2019

"LA NATURA NASCOSTA"

Al Bosco di Ferullà

ITINERARIO NATURALISTICO - PANORAMICO - STORICO AD ANELLO

RADUNO: ore 09.15 presso il centro commerciale di Bovalino - SS 106.

                     ore 09.30 partenza per Pietra Lunga

INIZIO ESCURSIONE: ore 10.15

DIFFICOLTA': E - Percorso Escursionistico  -  TEMPO DI PERCORRENZA: Ore 5.00

DISLIVELLO835 mt s.l.m. - 590 mt s.l.m.

LOCALITA': Pietra Lunga          COMUNI INTERESSATI: San Luca

L'iscrizione alle escursioni tramite il link presente in questa pagina è riservata esclusivamente ai soci e deve essere effettuata entro le ore 24 del venerdì antecedente. I simpatizzanti e coloro che ancora non sono iscritti all'associazione (ospiti) non possono partecipare alle escursioni di tipologia E.E. (Escursionisti esperti). Per tutte le altre tipologia di escursioni si deve esibire la dichiarazione liberatoria. Per ogni ulteriore informazione, si prega di contattare il Direttivo oppure inviare una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
DESCRIZIONE SENTIERO

Il punto di partenza di questa escursione panoramica è rappresentato dal cancello di Pietra Lunga.

Si cammina per circa 10 minuti sulla strada asfaltata, costeggiando il bosco di Ferullà, e fino a giungere all’incrocio di Pietra Cappa e alle querce l’Ampati; a sinistra della strada inizia il Sentiero panoramico che procede in discesa, con pochissimo dislivello, tra i pendii del bosco di Damusa.

Raggiunto il bivio, si svolta a sinistra, abbandonando quindi la strada panoramica non asfaltata; ci si immette sulla pista dell’acquedotto che, in pochi minuti, ci porta alla Collina di Carlo; bisogna proseguire sulla sterrata a destra che, con qualche saliscendi, prosegue in direzione delle grandi pietre: Pietra Stranghiò, le Rocce di Febo e Pietra Castello. Dopo circa 30 minuti di cammino, raggiunta la base delle Pietre, si procede in salita per un centinaio di metri. Si lascia poi il sentiero che sale verso Pietra Castello e ci si immette sul sentiero a sinistra che conduce alle tre Rocce di Febo: la “roccia di sopra”, la “roccia del centro” e la “roccia di sotto”. Giunti ai piedi della parete rocciosa, si sale in corrispondenza della “sella” dalla cui sommità la visuale, oramai libera, potrà spaziare a 360°. 

Naturalmente l’attenzione verrà immancabilmente catturata dalle 3 pietre: Pietra Cappa, Pietra Lunga e Pietra Castello.

Da qui in poi, la panoramicità del percorso sarà una piacevole costante.

Successivamente ci arrampicheremo (letteralmente) su per un passaggio su roccia che dalla sella ci porterà sulla sommità di una delle tre pietre; da qui il percorso diventerà agevole ed eccitante nello stesso tempo.

Seguendo il sentiero, tra alti e bassi, giungiamo sulla Pietra di Febo propriamente detta; sparsi qua e là, si potranno ammirare disseminati cocci dei manufatti prodotti nel “Ceramidiu” e si potranno ammirare numerose cavità circolari, scavate nella roccia, realizzate dall’uomo.

Superate le cime di Febo, si procede tra le due pietre, attraverso un passaggio e poi lungo un viottolo creato dal continuo passaggio degli animali; è qui che dovremo procedere con estrema cautela per il terreno sdrucciolevole, superato il quale, e svoltando subito a destra si proseguirà lungo il sentiero della Guardia che risale lungo la cresta, alle spalle delle grande pietre, zigzagando nel bosco misto, superando pendii prima erbosi e poi rocciosi, fino a raggiungere l'ante-cima “du Puzzuchi”.

Si prosegue quindi verso Pietra Castello. Il desiderio di raggiungere Pietra Castello scaturisce sia dal suo valore naturalistico e territoriale (la posizione e la conformazione regalano infatti inquadrature mozzafiato), sia dalle descrizioni che mi sono state fornite da diversi testi che ho avuto modo di leggere proprio sulla storia del paese di San Luca che, purtroppo, sono poco conosciuti ai più.

Da qui, il sentiero è ben visibile ed in poco tempo si raggiunge l’ultimo ostacolo, ovvero i resti della cinta muraria (un tempo ne esistevano molti di più a valle) posta a difesa della fortezza di Pietra Castello. Giunti sulla sommità, ormai invasa da lecci, potremo ammirare i resti delle costruzioni sparse per tutta l’area sommitale del modesto pianoro.

Si raccomanda prudenza ed attenzione ad ogni passo, specie quando si andrà al belvedere posto nella fenditura orizzontale che interessa gran parte della circonferenza di Pietra Castello. Una volta in cima il rapimento dei sensi sarà totale: il vento lambisce le rocce e lo sguardo si perde tra immensi costoni di roccia che arrivano dritti fino al fiume. In lontananza si scorge, maestoso, il Montalto.

Si ritorna poi indietro in direzione di Pietra Lunga.

A seconda delle condizioni meteo, sarà possibile effettuare il pranzo durante il percorso raggiungendo poi le macchine per tornare a casa.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.