I luoghi della memoria - Le storie, le persone, i sentieri

header esc

9 Ottobre 2016

DAL PROGRAMMA ESCURSIONI 2016

"RIFUGI E BIVACCHI... UNA PIACEVOLE SOSTA"

RIFUGI E BIVACCHI DI PASSO ZIJA

ITINERARIO NATURALISTICO - PANORAMICO AD ANELLO

Un interessante anello per entrare nella storia recente delle popolazioni che hanno vissuto per secoli in montagna. Si toccano due borgate di Agromastelli e Zija, entrambe abitate. Un percorso sulla splendida dorsale montuosa della Ferdinandea che divide la provincia di Reggio Calabria da quella di Vibo Valentia tra i rifugi della Zija, attraverso boschi aperti in un continuo saliscendi, assicura lungo il cammino un panorama che non fa scorgere “le cose dell’uomo” tanto da far dimenticare di essere a pochi chilometri dai centri abitati.

s trekkingRADUNO: ore 9.15 presso Caulonia Marina

2° RADUNO: ore 9.45 ingresso di Agromastelli

PARTENZA ESCURSIONE: ore 10.00

DIFFICOLTA': E - Escursionistico  -  TEMPO: Ore 6.00

COMUNI INTERESSATI: Caulonia - Stilo

mappaDISLIVELLO: 650 slm - 1040 slm

COME ARRIVARE: Da Caulonia Marina si prende la strada per Caulonia Superiore e dopo circa 5Km si imbocca a destra la provinciale per San Nicola/Ursini e arrivati al ponte sul fiume Allaro si procede in direzione Campoli fino a raggiungere la frazione Agromastelli. Prima di entrare nell’abitato si imbocca la stradaa destra che dopo circa 3 Km porta al piano di Micone dove si parcheggiano le auto. (circa 26 Km da Caulonia Marina)

L'iscrizione alle escursioni tramite il link presente in questa pagina è riservata esclusivamente ai soci e deve essere effettuata entro le ore 24 del venerdì antecedente. I simpatizzanti e coloro che ancora non sono iscritti all'associazione (ospiti) non possono partecipare alle escursioni di tipologia E.E. (Escursionisti esperti). Per tutte le altre tipologia di escursioni si deve esibire la dichiarazione liberatoria. Per ogni ulteriore informazione, si prega di contattare il Direttivo oppure inviare una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

COSA BISOGNA SAPERE

Caulonia con le sue numerose frazioni è, dopo Reggio Calabria e San Luca, il terzo comune della provincia per estensione territoriale. Il suo territorio va dal mare con la popolosa frazione di Caulonia Marina (circa 2700 abitanti) fino ai monti della serre a quota 1241m s.l.m. e comprende 31 centri periferici tra frazioni e borgate. La flora tipica delle montagne cauloniesi è costituita da lecci, castagni, abeti,pini e scendendo verso la collina si trova la tipica macchia mediterranea fino ad arrivare alla costa dove primeggiano gli agrumeti. Le frazioni di Caulonia sono tutte di antica formazione ed alcune di esse erano già popolate in epoca magno greca: Agromastelli (Agromastori dal dialetto greco-calabro), Campoli, San Nicola, Ursini furono in passato tra le più prosperose e solo a partire dalla fine dell’ottocento cominciarono a spopolarsi per lo spostamento degli abitanti verso la costa e per il fenomeno dell’emigrazione nelle città del nord Italia e nei paesi dell’oltreoceano. La frazione di Campoli e la borgata della Zija alla fine dell’ottocento facevano parte del polo siderurgico di Mongiana rispettivamente come sede di ferriere e come centro minerario e di smistamento del materiale estratto. Oggi la borgata Zija che dopo la devastante alluvione del 1951 ha ospitato gli sfollati dei centri vicini è praticamente semi abbandonata e a nulla sono serviti la bella piazza e i gazebo costruiti nel 1997 con i fondi stanziati dalla Regione Calabria nel tentativo di creare un villaggio turistico.


 DESCRIZIONE SENTIERO

Lasciate le auto all’ombra dei cipressi lungo la stretta strada dei piani di Micone, si intraprende il cammino seguendo la sterrata in leggera salita lasciandosi sulla destra la vallata Argentera e la stupenda visione del monte Mammicomito.

Dopo circa 800m si arriva alla zona Berta, si procede sempre in graduale salita si attraversa un castagneto e una serie di acacie fino ad arrivare ad una pineta (cerzascuffunata). Si continua lungo la sterrata superando sulla destra una casetta semidiroccata (casa i stefanudupracu) fino a raggiungere in un alternarsi di acacie, querce e pini la cima della collina da cui si può vedere sulla sinistra la strada di Mammolenti sulla dorsale che da Campoli scende a Serra San Bruno.

Dopo aver percorso circa 3Km si arriva sulla strada asfaltata per Stilo/Mangiatorella la si imbocca in direzione Stilo e dopo circa 300 m si prende una stradina a sinistra che in pochissimi minuti porta ad un casello/ricovero realizzato dagli operai forestali dove è possibile rifornirsi di acqua. Si riprende la strada asfaltata e dopo 500m si raggiunge il rifugio Zija e, continuando a scendere, l’omonimo villaggio, rifornimento acqua.

Dopo una breve visita al villaggio si imbocca un bel sentiero immerso nella vegetazione fino a giungere alla pista “duviolu di villetti” caratterizzata da vegetazione mista con alberi di alto fusto, rovi e qualche esemplare di abete rosso.

In un alternarsi di zone d’ombra e zone assolate si attraversa un bosco di acacie fino ad arrivare alla cosiddetta “tagliata duchianculuni” che in pochi minuti porta nuovamente sulla strada asfaltata:alzando lo sguardo si può godere lo spettacolo offerto dall’imponenza del Mammicomito mentre in basso a destra si il panorama viene dominato dal letto della fiumara Precariti.

Proseguendo sulla strada asfaltata dopo circa 200 metri si prende a destra la pista che porta alla contrada Barone e dopo aver percorso 1,5 Km si arriva alla fontana Lattucarà dove è possibile rifornirsi di acqua.        

Continuando lungo la pista in leggera e graduale salita sempre accompagnati dalla vista dei filari di cipressi del monte Mammicomito ai cui piedi sorge Petra, contrada di Placanica, si supera un gruppo di case, alcune ancora abitate, e arrivati in cima alla salita si gira a sinistra e dopo circa 800 metri si arriva al punto di partenza

Nel corso del tempo

  • 1996
  • 1997
  • 1998
  • 1999
  • 2000
  • 2001
  • 2002
  • 2003
  • 2004
  • 2005
  • 2006
  • 2007
  • 2008
  • 2009
  • 2010
  • 2011
  • 2012
  • 2013
  • 2014
  • 2015
  • 2016
  • 2017
  • 2018
  • 2019
  • sld_1
  • sld_2
  • sld_3
  • sld_4
  • sld_5
  • sld_6
  • sld_7
  • sld_8
  • sld_9
  • sld_10

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.