I luoghi della memoria - Le storie, le persone, i sentieri

header esc

17 Gennaio 2016

DAL PROGRAMMA ESCURSIONI 2016

"RIFUGI E BIVACCHI... UNA PIACEVOLE SOSTA"

RIFUGI E BIVACCHI DI MONTE SCAFI

ITINERARIO NATURALISTICO - PANORAMICO - STORICO AD ANELLO

Scoprire le viste panoramiche di Monte Scafi. Questo sentiero, bello e tranquillo, regala momenti di riflessione e di tranquillità. E’ un itinerario facile, adatto a tutti, con dislivello modesto, generalmente sicuro anche dopo abbondanti nevicate. Il Monte Scafi è un “panettone” poco impegnativo che tuttavia sfiora i 1.200 metri e dalla cui cima si gode uno dei più spettacolari panorami a 360° della zona. Nelle giornate limpide, dall’ampia e pianeggiante cima, si scorgono tutti i principali gruppi montuosi, da Pentidattilo all’Etna e, in particolare, la grande e tormentata valle dell’Ammendolea.

  • RADUNO: ore 9.30 presso bivio Bagaladi – San Lorenzomappa
  • 2° RADUNO: ore 9.45 dopo il Borgo di Santa Maria di San Lorenzo
  • PARTENZA ESCURSIONE: ore 10.15
  • DIFFICOLTA': E - Escursionistico  -  TEMPO: Ore 5.30
  • DISLIVELLO: 880 slm - 1108 slm
  • COMUNI INTERESSATI: San Lorenzo - Condofuri

L'iscrizione alle escursioni tramite il link presente in questa pagina è riservata esclusivamente ai soci e deve essere effettuata entro le ore 24 del venerdì antecedente. I simpatizzanti e coloro che ancora non sono iscritti all'associazione (ospiti) non possono partecipare alle escursioni di tipologia E.E. (Escursionisti esperti). Per tutte le altre tipologia di escursioni si deve esibire la dichiarazione liberatoria. Per ogni ulteriore informazione, si prega di contattare il Direttivo oppure inviare una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DESCRIZIONE SENTIERO

Il sentiero panoramico, si snoda attraverso una natura rigogliosa, romantica e selvaggia. I sentieri più belli spesso non si trovano né nel fondovalle, né in cima alle montagne, ma percorrono la valle a mezza costa. Sono percorsi relativamente facili, che non presentano grandi difficoltà come nel caso di questa escursione d’inizio anno caratterizzata anche dal paesaggio mite della Valle Grecanica e dalla splendida vista sulle montagne circostanti.

Il sentiero è ben marcato e senza grossi dislivelli. “La Panoramica” viene spesso citata come una delle più belle escursioni del programma 2016. Gli amanti della natura resteranno affascinati dal paesaggio variegato e stupendo che si rivelerà davanti a loro ad ogni passo.

Per la gioia dei fotografi lungo il percorso si potranno ammirare le famose cime di Monte Scafi e Telegrafo da diverse angolazioni mozzafiato

Dopo pochi passi sulla strada asfaltata si svolta a sinistra e si percorre una scalinata che, addentrandosi nel bosco di castagno e pini e di una forte macchia mediterranea, ci porta sulla sterrata della Mella; dopo pochi minuti,il sentiero esce dal bosco e si apre uno splendido panorama sulla vallata dal cucuzzolo di San Lorenzo a Bagaladi. Si sale dolcemente lungo la pista sul cui margine si possono vedere delle gabbionate di pregevole fattura, opere d’arte dei vecchi maestri gabbionisti.

Dopo circa 20 minuti si arriva alla sorgente Mella. Si prosegue lungo i grandi tornanti che in poco più di un'ora ci portano ai 1138 m della cima di Monte Scafi Nord, dove ci si può concedere una sosta per ammirare il panorama circostante. La vista può spaziare dal gruppo del Monte Peripoli ai Piani di Cufoloe, dalla parte opposta, si può ammirare la grande valle del Tuccio. Si prosegue per cinquecento metri sulla strada asfaltata e siamo a Monte Scafi Sud e il Puntone Telegrafo.

Dalla cima del Monte Scafi si apre un panorama a 360 gradi: da una parte si può ammirare,nelle giornate limpide, tutti i principali gruppi montuosi. Non resteranno delusi nemmeno i fotografi che potranno fotografare dei paesaggi mozzafiato: l'immensità degli spazi che separano la vetta in cui ci si trova dalla foce dell'Amendolea, fa sentire piccoli piccoli. Dall'altro versante invece, riuscirete a fotografare il borgo antico di San Lorenzo con la rupe di Pentidattilo sullo sfondo

Si ritorna indietro per circa 1 km sulla strada asfaltata, a destra della strada si prende la sterrata della Fasuglia, il sentiero continua nel bosco fino ad incrociare una altra sterrata. Svoltando a sinistra si percorre un breve tratto pianeggiante sino ad arrivare al Rifugio di Scafi (del Consorzio di Bonifica) in cui si può fare rifornimento d’acqua. Il sentiero sterrato ritorna a salire nel bosco, si sale su, velocemente, fino a raggiungere la pista di Buttafuoco dopo pochi minuti siamo al Bivacco di Cottura. Sosta Pranzo.

Riprendiamo la strada asfalta e dopo qualche centinaio di metri arriviamo al passo delle Quattro strade. Seguendo la strada al centro dopo circa 1 km siamo a Monte Scafi nord, ancora un paio di minuti e siamo sulla pista che abbiamo percorso la mattina, si riprende la stessa pista però in discesa e il panorama si può ammirare con più rilassatezza.

Dopo 30 minuti arriviamo al punto di partenza

Nel corso del tempo

  • 1996
  • 1997
  • 1998
  • 1999
  • 2000
  • 2001
  • 2002
  • 2003
  • 2004
  • 2005
  • 2006
  • 2007
  • 2008
  • 2009
  • 2010
  • 2011
  • 2012
  • 2013
  • 2014
  • 2015
  • 2016
  • 2017
  • 2018
  • 2019
  • sld_1
  • sld_2
  • sld_3
  • sld_4
  • sld_5
  • sld_6
  • sld_7
  • sld_8
  • sld_9
  • sld_10

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.