• A1
  • A2
  • A3
  • A4
  • A5
  • A6
  • A7
  • A8
  • A9
  • B1
  • B2
  • B3
  • b4
  • B5
  • B6
  • B7
  • B8
  • B9
  • bg21
  • bg23
  • C1
  • C3
  • C8
  • C9
  • E1
  • E2
  • E3
  • E4
  • F4
  • G
  • G11
  • g2
  • G4
  • G9
  • gallery 02
  • gallery 07
  • gallery 12
  • gallery 13
  • gallery 14
  • gallery 16
  • gallery 20
  • gallery 22
  • gallery 25
  • gallery 26
  • H

La cassetta di pronto soccorso

Raccogliete il materiale per il pronto soccorso ora, prima di averne bisogno. Non mettete questo materiale nell’armadietto del bagno insieme con il dentifricio ed i prodotti cosmetici. Mettetelo invece in un contenitore adatto: utilizzate, per esempio, una piccola cassetta per utensili con coperchio a cerniera in modo che ogni cosa sia a portata di mano quando occorre. Non fate assegnamento sulle forbici, sul cerotto o sul disinfettante che avete in casa: fate in modo che la vostra cassetta contenga tutto quel che serve. Applicate su ogni cosa una etichetta scritta chiaramente che indichi il tipo di uso e la eventuale data di scadenza. Mettete nella cassetta una copia di Appunti di Pronto Soccorso. Non chiudete a chiave la cassetta: potrebbe accadervi di dover andare in cerca della chiave quando i secondi sono contati.

Image
Tenete la cassetta su uno scaffale dove i bambini non possano arrivare. Mettete una cassetta di pronto soccorso anche nella vostra auto dentro una scatola ben riparata dalla luce, dalla polvere e, possibilmente, anche dal calore. Le prescrizioni dei farmaci che possono eventualmente servirvi vanno fatte dal vostro medico.

La lista che segue è per un uso domestico. La sicurezza sui luoghi di lavoro e la prevenzione dei danni causati da attività lavorative sono regolate da apposite norme di legge.

Lista del materiale

  • Garza sterile 10 x 10 cm. Per pulire e ricoprire le ferite.
  • Bende da 5 cm. di altezza per fasciare le ferite (già medicate con la garza sterile).
  • Benda elastica 10 cm. di altezza.
  • Scatola di cerotti assortiti medicati.
  • Un rotolo di cerotto da 2,5 cm. di altezza.
  • Un pacco di cotone idrofilo.
  • Una bottiglia di ½ litro di soluzione fisiologica (o di soluzione salina sterile ottenuta versando in mezzo litro di acqua bollente un cucchiaino raso di sale).
  • Un flaconcino di disinfettante non alcolico.
  • Un flaconcino di acqua ossigenata.
  • Una scatola di un farmaco antidolorifico (per la cura provvisoria del mal di denti, di un modesto trauma).
  • Un tubetto di pomata antistaminica.
  • Un tubetto di pomata per ustioni lievi.
  • Un paio di forbici.
  • Un paio di pinzette.
  • Un pacchetto di aghi.
  • Un termometro.
  • Una lampada elettrica a pila.
  • Una scatola di siringhe.
  • Alcuni guanti monouso.

Scartate i farmaci scaduti

Ricordate che le medicine non durano all’infinito. Esse possono perdere la loro efficacia o arrivare a concentrazioni pericolose. Per evitare che si deteriorino, tenete tutte le bottiglie ben chiuse. Riponete le medicine in luogo fresco, asciutto e possibilmente scuro. Osservate le istruzioni scritte sull’etichetta, rispettate la data di scadenza e scartate le medicine che hanno raggiunto quella data. Se avete dei dubbi, se un preparato ha cambiato colore o consistenza od odore, scartate anche le medicine non scadute. Se avete medicine prescritte dal medico per una precedente malattia, non prendetele di nuovo senza averlo consultato.

Non gettate le medicine con i normali rifiuti. Raccogliete quanto dovete eliminare e gettatelo negli appositi contenitori che troverete all’esterno delle farmacie. Altrimenti chiedete al servizio per lo smaltimento dei rifiuti del vostro Comune.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.